E’ iniziata la raccolta…della rapa bianca!

Abbiamo iniziato da qualche giorno la raccolta della rapa bianca. Questo ortaggio appartiene alla famiglia delle Brassicacee, la stessa di verza, broccoli, cavolfiori. È coltivato nei mesi autunnali ed invernali, ma viste le sue proprietà detox, può essere un utilissimo alimento primaverile. La trovate in vendita nella sua interezza: radice (l’ortaggio a forma tondeggiante, di colore bianco) e foglie (simili alle cime di rapa e commestibili).

La rapa è molto povera di calorie (ne apporta circa 28 kcal per 100 grammi) essendo costituita per il 92% circa da acqua, per il 10% circa da carboidrati, poche proteine ed una discreta quantità di fibre; i grassi sono quasi inesistenti. Contiene inoltre sali minerali (potassio, calcio e sodio) e  vitamine (soprattutto quelle del gruppo B e la vitamina C, una vitamina antiossidante, la cui azione è rafforzata da altri composti antiossidanti); troviamo infine nella rapa bianca il sulforafano, la quercetina ed altri flavonoidi, composti dalle proprietà antinfiammatorie e antiossidanti presenti in generale nei cavoli.

Quali sono le proprietà che fanno bene al nostro organismo?

Proprietà antiossidanti: grazie all’azione combinata di quercetina e vitamina C, la rapa bianca protegge le cellule danni provocati dai radicali liberi.

Proprietà antinfiammatorie: grazie ad un buon contenuto di sulforafano, la rapa protegge la mucosa dello stomaco e delle vie digerenti in generale, regolarizza la pressione sanguigna con effetti benefici sull’apparato cardiovascolare e contrasta le infezioni batteriche.

Proprietà disintossicante: la rapa bianca è considerata un alimento disintossicante, innanzitutto perché è diuretica grazie al suo notevole contenuto di acqua e poi perché contiene zolfo, un minerale importante che aiuta il nostro corpo a liberarsi dalle scorie.

Proprietà fluidificanti: la rapa ha la proprietà di fluidificare  il muco e le altre secrezioni del nostro organismo, pertanto è un buon rimedio per i raffreddori invernali e per chi ha problemi respiratori. In nord Europa è molto diffuso un metodo naturale che prevede di tagliare una rapa a metà, svuotarla della polpa nella parte centrale (con l’aiuto di un cucchiaino) e quindi mettervi del miele al suo interno, da consumare a cucchiaini per far passare la tosse e il mal di gola.

Controllo della glicemia: mangiare la rapa bianca può essere di aiuto per il controllo della glicemia e in caso di diabete grazie alla presenza di fibre, che sono anche in grado di modulare l’assorbimento degli zuccheri da parte delle cellule.

Salute di pelle e capelli: la vitamina C, il beta carotene e il rame contenuti nella rapa aiutano a mantenere sana la pelle e i capelli proteggendoli e favorendone la rigenerazione.

 


Cucinare le rape bianche

Per far tesoro di tutti gli elementi nutritivi nella rapa, il migliore modo di consumarla è a crudo: lavandola bene, privandola delle foglie e tagliandola a fette sottili. Può essere aggiunta ad un’insalata mista, condita con emulsione di olio, limone, sale e pepe a cui si possono accostare alle mele tagliate a cubetti, aggiungendo alcune noci spezzettate e un po’ di senape.

Può essere anche lessata a vapore e consumata condita con olio e sale.

Si presta poi a diverse preparazioni e cotture: ecco alcune gustose ricette.

 

Rape bianche gratinate con carote

Ingredienti: 500 g rape bianche, 500 g carote, 200 g grana padano grattugiato, pan grattato, formaggi stagionati e prezzemolo a piacere; vino bianco ed olio EVO qb.

Preparazione: lavare rape e carote; sbucciare e tagliare a cubetti. Mettere in una casseruola con un po’ di olio EVO, rosolare al fuoco vivo e sfumare con un po’ di vino bianco. Infornare a 180° per 20-30 minuti; appena le verdure appaiono dorate, cospargere con pan grattato, formaggio grattugiato ed eventualmente formaggi stagionati e prezzemolo. Dorare con il grill e salare a fine cottura.

 

Risotto con rapa bianca

Ingredienti: 3 rape bianche, 1 cipolla dorata, burro ed olio EVO qb, vino bianco e brodo vegetale qb, 320 g di riso. Grana padano grattugiato a piacere.

Preparazione: lavare e sbucciare le rape e la cipolla. Tenere da parte le foglie delle rape e lavarle bene. Tagliare le rape a cubetti e tritare finemente la cipolla. Soffriggere la rapa e la cipolla con un po’ di olio EVO e sfumare con vino bianco. Aggiungere il riso e tostarlo per un paio di minuti; coprire con brodo vegetale leggermente salato. Portare a cottura aggiungendo qualche foglia di rapa sminuzzata; mantecare con una noce di burro e del grana grattugiato e servire.

 

Rapa bianca impanata

Ingredienti: 3 rape bianche, 1 uovo, latte e sale q.b., pane grattugiato, olio EVO per la frittura.

Preparazione: lavare le rape, tagliare a fette spesse e sbollentarle per pochi minuti in acqua leggermente salata. La polpa deve restare soda e consistente, ma elastica. Scolare le fette e asciugarle su un canovaccio pulito. Passarle nell’uovo sbattuto con pochissimo latte, quindi nel pangrattato. Friggere in padella in olio extravergine di oliva ben caldo, punzecchiando  le fette per verificare la consistenza desiderata. Servire calde.

 

 

Parmigiana di rapa bianca

Ingredienti: 3 rape bianche, 70 g prosciutto cotto, 70 g scamorza, 20 g parmigiano, 60 g stracchino, pane grattugiato, sale, pepe nero e olio EVO q.b.

Preparazione: lavare le rape e tagliarle a fette sottili con una mandolina. Ungere con dell’olio EVO il fondo di una teglia e distribuire un leggero strato di pane grattugiato. Formare una parmigiana alternando strati di rapa, prosciutto cotto, formaggi fino alla conclusione degli ingredienti. Terminare con uno strato di pane grattugiato. Cuocere in forno al 190° per 30 minuti. Servire calda.

 

Resta Aggiornato

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter

* indicates required