News

Natale solidale 2021 con Rigenera

È tornato il periodo in cui anche Rigenera si colora a festa, con l’arrivo del primo vero freddo e con il laboratorio I Buoni di Ca’ del Ferro che lavora a pieno regime per trasformare i prodotti freschi nei conservati che più amiamo.

Anche quest’anno ci siamo divertiti a combinare i nostri prodotti in gustose proposte di pacchi natalizi, unendo i sapori nostrani con quelli delle cooperative con cui condividiamo valori e qualità.

Donare uno dei nostri cesti significa:

  • Sostenere i progetti di chi si dedica alla creazione di spazi in cui persone che vivono in situazione di svantaggio e marginalità riescano ad esprimere il proprio potenziale
  • Permettere ai nostri cari di consumare prodotti di alta qualità, provenienti principalmente da agricoltura biologica
  • Dare forza a chi garantisce buona qualità del lavoro e un alto valore sociale
  • Dare fiducia a chi, nonostante sbagli e cadute, continua a tenere allenate le proprie competenze e a nutrire le proprie passioni grazie al lavoro intra ed extra murario
  • Poter sentire davvero il sapore di luoghi che, nonostante le problematiche e il progressivo abbandono, hanno voglia di impegnarsi per il riscatto e la libertà

 

Scarica qui la brochure con tutte le gustose proposte di quest’anno!

 

Potrete assaporare le produzioni realizzate all’interno delle carceri italiane di Cremona, Verbania, Ragusa e Palermo, insieme a quelle della cooperativa Il Segno, che opera nel territorio di Cosenza.

Vorremmo farvele conoscere meglio!


Banda Biscotti

Progetto della cooperativa sociale Il Sogno, che produce prodotti dolciari di altissima qualità nel laboratorio all’interno della scuola dell’Amministrazione Penitenziaria di Verbania, al di fuori delle mura detentive. Ciò le permette di collaborare con persone detenute sia durante che una volta ultimata la pena, garantendo il sostegno del loro reinserimento sociale.

Banda Biscotti utilizza solo materie prime derivanti da filiere virtuose, che assicurano un alto livello qualitativo: tutti gli ingredienti sono di origine biologica certificata.

“Per essere membri di Banda Biscotti alle competenze tecniche del settore dolciario, devono aggiungersi motivazioni, attitudini, e la capacità di cogliere lo spirito che anima questo progetto. Solo persone speciali, mosse da una sensibilità particolare possono far parte di questa Banda”


Sprigioniamo Sapori

La cooperativa Sprigioniamo Sapori nasce nel 2013 come impresa che sviluppa buone pratiche di economia carceraria, operando all’interno della casa circondariale di Ragusa. Il suo laboratorio di produzione di torroni e di altri prodotti dolciari a base di mandorla, nocciole e pistacchio è il luogo in cui si guarda alla detenzione come occasione di formazione e recupero. La cooperativa aderisce all’agricoltura biologica e valorizza alcuni prodotti di eccellenza del territorio, in particolare la mandorla e il miele locali.


Ucciardone – GiglioLab

Il progetto nasce dalla visione dei fondatori dell’azienda Giglio Lab e della Direttrice del carcere Ucciardone di Palermo di creare una nuova impresa sociale autonoma e competitiva sul mercato della produzione di pasta secca di grano duro di Sicilia: ad ottobre 2017 viene così allestito il laboratorio all’interno del carcere. Si occupa di promuovere un forte messaggio sociale attraverso l’inserimento lavorativo delle persone detenute coinvolte e, contemporaneamente, di diffondere la grande qualità del grano duro siciliano.

La parola “Ucciardone” è già da sola una parola forte e conosciuta, che parla di istituzione carceraria e di Sicilia; a questa parola volevamo aggiungere il significato di produzione/lavoro e di spinta verso fuori/dinamicità”


I Cannaruti – Coop. Il Segno

Marchio della cooperativa sociale Il Segno di Fuscaldo (Cosenza),  cooperativa di tipo B che ha avviato una piccola azienda agricola a filiera corta, nella quale si producono e si commercializzano ortaggi freschi e conservati certificati BIO. L’attività è nata dal recupero di un fondo abbandonato di due ettari, di proprietà del comune di Paola, e dalla stazione ferroviaria di Fuscaldo, inattiva da 15 anni e che adesso è diventata laboratorio di trasformazione agroalimentare.

“La parola “cannaruto” significa colui che è goloso di cose buone. Badate bene: il cannaruto non è un ingordo, bensì una persona che sceglie accuratamente cosa mangiare. Il solo pensiero di un cibo buono ti fa venire l’acquolina in bocca, per questo abbiamo pensato di associare a questa idea i nostri prodotti: buoni perchè di qualità, buoni per i processi che li portano sulle vostre tavole”.

Resta Aggiornato

Iscriviti alla nostra Newsletter