Verdura Disponibile

Peperone

Il peperone appartiene alla Famiglia delle Solanacee (come le patate, i pomodori, le melanzane) ed al genere Capsicum, che comprende peperone e peperoncino; si dice che il termine latino “Capsicum” derivi da “capsa”, cioè sacca, poiché la forma dei peperoni richiama infatti quella di un “contenitore vuoto con semi”. È un tipico ortaggio estivo che si colora di giallo e di rosso nella fase di maturazione e che invece si presenta di colore verde quando è ancora acerbo. Per quanto ormai sia diffuso negli orti e nelle coltivazioni di tutto il mondo, dalla Cina, all’Italia, al Perù, i piatti e le ricette che lo ricordano di più hanno una chiara impronta meridionale: dalla peperonata siciliana al gazpacho spagnolo, alle fajitas messicane, il peperone sa di caldo, di vacanze, di sole. La sua origine è l’America del sud: venne importato in Europa insieme ad altri frutti e ortaggi che prima del sedicesimo secolo erano del tutto sconosciuti nel vecchio continente, come le patate, il mais ed il pomodoro. Si ritiene che la sua primitiva area di origine potrebbe essere il Brasile, ma all’arrivo dei conquistatori era già diffuso anche in America centrale, in moltissime varietà.

La pianta predilige climi caldi e necessita di terreni molto fertili e tantissime varietà: infatti non solo i colori, giallo o rosso, sono una discriminante, ma anche la forma, il sapore, la grandezza.

Benefici e consigli per consumarli
Il consumo di peperoni contrasta l’invecchiamento precoce, le malattie cardiovascolari e sono consigliati nelle diete ipocaloriche. Per trarre il massimo beneficio dalle proprietà contenute nel Peperone sarebbe più indicato consumarlo crudo, magari come ingrediente di un’insalata.

Composti al 90% da acqua, si caratterizzano per l’alto contenuto di vitamina C (153 mg per 100 gr) a fronte di pochissime calorie (22 per 100 g). I Peperoni contengono anche altre importanti vitamine, tra le quali A, E, P, oltre a carotenoidi e sali minerali.

Molti però affermano di non digerire i peperoni: come i pomodori, le patate e le melanzane contengono la “Solaniana” (da cui il nome della famiglia “solanacee”) che, se assunta in quantità elevate, può dare disturbi al nostro organismo. Per contrastarne questi effetti, è consigliata la scelta di frutti maturi e di stagione (limitiamo quindi l’assunzione di peperoni verdi) e l’eliminazione della pellicina esterna.

I peperoni contengono anche la “Flavina”, che ne complica ulteriormente la digestione; per questo sarebbe bene eliminare anche la parte bianca interna.

 

 

  • CORNO DI TORO: dal frutto molto profumato e gustoso a forma di corno allungato che può superare, una volta maturo, anche 20 cm. Coltivato prevalentemente al sud. Il colore può essere rosso, dal gusto più intenso, o giallo, dal gusto delicato; la superficie è liscia. Questa varietà, dal gusto dolce, è utilizzata in cucina sia cotta che cruda: con i corno di toro verdi si possono preparare degli ottimi peperoni ripieni!
  • LOMBARDO: è una varietà originale, tipica della tradizione lombarda, molto apprezzata in cucina per via del sapore veramente delicato. Le bacche sono allungate, con buccia molto sottile e di un colore verde chiaro, tenente al giallo. Se lo si lascia sulla pianta per più tempo, tende a diventare rosso. Ottimo sbollentato in agrodolce e condito, freddo, con olio extravergine di oliva, grana padano e un pizzico di pepe.
  • MANTOVANO: coltivato da sempre nel territorio mantovano, stava per scomparire dalla scena. I coltivatori del territorio lo hanno rivalutato, anche perché il suo frutto, di colore molto chiaro (viene chiamato anche peperone bianco mantovano) presenta grande digeribilità, tanto da essere consumato crudo in insalata o conservato in damigiana con aceto bianco o rosso.
  • SNACK: presenta frutti di piccole dimensioni, di circa 8-10 cm, con polpa sottile e quasi privi di semi. A maturazione sono rossi, arancioni e gialli. Particolarmente attraenti, sono molto adatti per essere consumati crudi come se fossero uno “snack” durante l’intera giornata.
Resta Aggiornato

Iscriviti alla nostra Newsletter